Venerdì 18 maggio I Bambini in consiglio comunale


I Bambini lo vogliono così! Con una passerella per i passeggini, con giochi a terra di movimento, con muri colorati e con grandi alberi per dare ombra d’estate e poi volgiono mangiatoie appese ai rami per gli uccellini, fiori per attrarre le farfalle e una fontanella per bere e dei tavoli per poter fare merenda…  “anche se siamo solo bambini, stiamo cercando di impegnarci a diventare futuri cittadini impegnati e attivi, amanti della nostra città” I bambini che “lo vogliono così” sono quelli della quinta primaria della scuola primaria di Acquate e “lo voglio così” il parco dei Caduti di Nassiriya. I piccoli studenti hanno presentato in consiglio comunale un vero e proprio progetto per realizzare degli interventi necessari a far rivivere un parco gioco che oggi appare “poco vissuto e triste”. La presentazione si è svolta nella giornata di Venerdì al consiglio del Comune di Lecco,dove erano presenti anche il Sindaco Virginio Brivio, l’Assessore all’urbanistica Gaia Bolognini e Massimo Gatti  responsabile della promozione delle attività culturali e formative.   
 Il sindaco dopo aver attentamente ascoltato l’esposizione dei bambini ha dichiarato: Il Comune chiede proprio l’aiuto dei cittadini per collaborare nel prendersi cura di parti di città e l’incontro di oggi è una grande lezione di senso civico e responsabilità
Massimo Gatti ha ringraziato dell’ottimo lavoro “Sarò fiero di lavorare in una città in cui i cittadini, fin da giovanissimi, dimostrano cura e attenzione al bene comune”.
Mentre l’assessore Bolognini, ringraziando i bambini del lavoro svolta li elogia per “la capacità dimostrata nel progetto di tradurre le idee in azioni fattibili, cosa non comune e facile”.
Questo lavoro è partito è arrivato in consiglio comunale nella giornata di venerdì 18 maggio ed è partito da lontano e più esattamente all’interno dall’ampio progetto di Città a Rovescio condotto da CRAMS. 
 I lavori per la ristrutturazione del parco saranno avviati da Patrizia Cattaneo, responsabile del progetto Città a Rovescio che si farà garante dell’esecuzione delle tante idee dei bambini. 
E così all’ingresso del parco apparirà un arcobaleno dipinto, simbolo di pace, ad allietare i visitatori, si aggiungeranno tre aiuole per le farfalle, si disegneranno dei giochi a pavimento e in autunno saranno piantati due tigli ‘adulti’ che dal Crams trasmigheranno al parchetto. 
Sui rami si eppenderanno le mangiatoie e le casette per gli uccellini.
 Chi svolgerà i lavori nella pratica? I lavori manuali saranno in parte svolti dai ragazzi della scuola primaria Cesare Battisti, con l’aiuto degli ospiti dell’Associazione il Gabbiano ei ragazzi impegnati al CRAMS in percorsi di lavori socialmente utili. Aiuteranno anche amici decoratori il giardiniere Daniele Colombo della Ditta Mayer  e Luca Morlotti per la Fabbrica del Colore di Lecco che che forniranno tutti materiali.
E per la fontanella? Dopo questo inizio il Comune si impegna a considerare la possibilità di aiutarci a mettere l’acqua e fare altri interventi più strutturali. Grazie a tutti per l’incontro piacevole e proficuo.


Dove nasce il progetto? Il lavoro di progettazione partecipata è nato all’interno del progetto ‘Città a Rovescio’ della Cooperativa  CRAMS  grazie al patrocinio del Comune di Lecco e al sostegno di Fondazione Cariplo. Il progetto è stato realizzato sotto la guida dell’architetto Chiara Pagano, con un percorso didattico iniziato a gennaio, con un incontro al Politecnico di Lecco ‘Un disegno per la mia città’ in cui l’Assessore Bolognini illustrava ai bambini il PGT per raccogliere i loro bisogni e pareri. I ragazzi sono stati accompagnati ad analizzare il contesto, utilizzando anche lo strumento naturale dei 5 sensi per rilevare le emozioni, a immaginare le trasformazioni  attuabili e definire un progetto di fattibilità.