IOSO. Laboratori di sperimentazione sociocreativa.


Si scrive "ioso" si legge "io oso", e significa "laboratori di sperimentazione sociocreativa"

Ebbene sì, dopo un anno di lavoro con il progetto Città a Rovescio, finalmente siamo riusciti a identificare i temi che più vi appassionano.

Oltre la musica, sempre presente in mille forme, le richieste più sentite sono proprio queste: arte, design, moda. 

Partiamo dunque con i primi laboratori. 
Laboratori per sperimentare, perché sperimentazione è anche innovazione, e innovare significa "anticipare il cambiamento", e noi possiamo farlo (o almeno provarci!) ma solo insieme. 

L'innovazione di questi laboratori non sta tanto nei temi, quanto nelle modalità.
Il taglio vuole essere uno scambio di idee, da cosa nasce cosa; pensati per tutti, anche per chi non sa niente di arte, design o moda, ma ci si vorrebbe accostare. Qui si può sperimentare liberamente, senza giudizio alcuno, insieme ad altre persone e accompagnati da esperti dei vari settori che a loro volta si mettono in gioco, si sperimentano.
Uno scambio dunque, si prende qualcosa e si da qualcos'altro. Osiamo?

Oso: dal verbo osare.

Un incipit che vuole tranquillizzare, e allo stesso tempo spronare nel mettersi in gioco, non mi stancherò mai di ripeterlo, con il solo desiderio di sperimentare. 
Non è richiesta alcuna competenza ad eccezione della curiosità.

Fatti un giro alla presentazione così approfondiamo 
e ci confrontiamo.
Che fai? Osi?

Cosa?
ioso
Presentazione dei primi laboratori sperimentali.
Come?
Una chiacchierata con i nostri mentori, un caffè, un biscotto.
Quando?
Venerdì 15 Settembre
dalle 17,00
Dove?
in Piazza della Vittoria,
Acquate/Lecco

Partecipate è molto bello!!